Antropologia della salute

È il settore della ricerca antropologica che studia i fattori che causano, mantengono o contribuiscono a situazioni di malattia all’interno delle popolazioni umane, e le strategie e le pratiche che le diverse comunità umane hanno sviluppato al fine di rispondere alle malattie stesse. Se nell’epoca della mondializzazione economica e dei sorprendenti successi della biomedicina gli studi dell’antropologia della salute possono sembrare obsoleti, basta ricordare che oggi oltre metà degli abitanti del pianeta non utilizza i rimedi della biomedicina, ma si rivolgono alle loro medicine tradizionali per soddisfare i bisogni di salute primaria.

TITOLO DEL PROGETTO

Collegium Scriptorium Fontis Avellanae e Corpo Forestale Camaldolese

Il progetto mira al riconoscimento da parte Unesco del “Corpo Forestale Camaldolese” come patrimonio dell'Umanità per i valori immateriali contenuti nel metodo di gestione millenaria delle foreste di Camaldoli, al fine di adottare i criteri della silvicoltura Camaldolese come modello di riferimento per la gestione delle foreste dell Appennino.
ResponsabileGianni Perotti
Membri CoinvoltiAntonio Guerci, Adine Gavazzi, Tania Re, Anna Siri
Durata2017 – in corso
Ente autorizzatoreEremo di Monte Giove, Fano, Italia
Istituto Nazionale di Economia Agraria
Ente finanziatoreComunitá Camaldolese, Arezzo, Italia



TITOLO DEL PROGETTO

Mitomorfologia ed etnomedicina di Mayantuyacu

La ricerca multidisciplinare nella comunitá ashaninka di Mayantuyacu, Pucallpa in Perú definisce un rilievo mito-morfologico sulle architetture cerimoniali note come malocas. Il rilievo digitale dell’architettura e della configurazione del paesaggio consentono di identificare le persistenze degli spazi sacri e la loro periodica rievocazione negli eventi cerimoniali, che costituiscono l’evento centrale della trasmissione di una cosmovisione e di una relazione stabile e armonica con il paesaggio naturale. Questa nozione allarga il campo a un’analisi che include il paesaggio culturale generato dalle tradizioni mediche, architettoniche e artistiche e che si integra con l’assetto geomorfologico, la rete idrica e la rete biotica. Lo studio delle acque, la fitotassonomia, l’analisi degli spazi e delle morfologie costruttive, la tradizione medica e quella musicale diventano così osservabili contemporaneamente negli aspetti terapeutici, geoidrici, antropologici e simbolici.
ResponsabileAdine Gavazzi
Membri CoinvoltiGianni Perotti – Rilievo architettonico
Tania Re – Etnomedicina ashaninka
DurataMaggio 2015 – in corso
Ente autorizzatoreONG Comunidad Mayantuyacu, Pucallpa, Peru
Ente finanziatoreMimondo Verein – Zug, Svizzera



TITOLO DEL PROGETTO

Studio di un vaccino contro l’Herpes

Studio clinico di fase IIb, multipaese, multicentrico, in aperto, di follow-up study (ZOE-LTFU) of studies 110390 and 113077 [Zoster-006/022]. Studio volto a valutare l’efficacia profilattica, la sicurezza e la persistenza dell’immunogenicità del vaccine contro l’herpes zoster (Hz/su) di GSK Biologicals e la valutazione di 1 o 2 dosi aggiuntive secondo uno schema a 0 o a 0,2 mesi in due sottogruppi di adulti di età avanzata.
ResponsabileMariano Martini
Membri CoinvoltiFederico Grammatico, Giancarlo Icardi, Laura Sticchi, XX Barberis,
V. Tisa, Dipartimento di Scienze della Salute,
Università degli Studi di Genova
DurataGennaio 2016 – in corso
Ente autorizzatoreUniversitá degli Studi di Genova
Ente finanziatoreGSK Glaxo SmithKline